Trattamento del cheratocono

Tecnica cross linking transepiteliale

cura del cheratocono

Il cheratocono è una distrofia corneale che nel 96% dei casi compare in entrambe gli occhi e che comporta una debolezza del tessuto stromale della cornea che si incurva progressivamente verso l’esterno assottigliandosi.

Se soffrite di questo disturbo visivo e volete sottoporvi ad esami diagnostici specialistici o sottoporvi ad un intervento di trattamento del cheratocono che possa aiutarvi a risolverlo, rivolgetevi al poliambulatorio Vista 2000, dove troverete medici in grado di eseguire interventi con le metodiche più avanzate ed efficaci.

Cura della distrofia corneale

Questo tipo di distrofia corneale causa un notevole abbassamento della qualità della visione che continua a peggiorare irreversibilmente nel tempo.

Talvolta questa patologia può essere scambiata ad un esame superficiale per un astigmatismo miopico e quando viene finalmente riconosciuta la vera e propria malattia, la cornea è ormai così sottile che non rimane, come soluzione, il trapianto.

Il centro torinese dispone di macchinari di ultima generazione, per poter effettuare esami approfonditi.

Terapia del cheratocono

Se riconosciuto precocemente il cheratocono può essere trattato, impiegando con successo la tecnica del cross-linking del collagene corneale, che consiste nella semplice instillazione di riboflavina in collirio che penetra nel tessuto corneale e crea una fotopolimerizzazione della fibra una volta attivato da una fonte UV-A.
Ciò rende il collagene corneale più resistente, bloccando l’evoluzione della patologia. La terapia del cheratocono può essere però utilizzata solo su pazienti in possesso dei seguenti requisiti:

  • età maggiore di quarant’anni;
  • spessore corneale soddisfacente;
  • cheratocono non evolutivo.

Per richiedere informazioni o per prenotare una visita, contattate la segreteria.

Share by: