Laser terapia

Terapia laser del glaucoma

trattamenti laser

Il trattamento laser si esegue quando non è possibile raggiungere un compenso dell’oftalmotono con terapia medica, cioè colliri.
I trattamenti sono diversi in base al tipo di glaucoma e la sua gravità.

  • Trabeculoplastica : vengono allargate le maglie del trabecolato sclero-corneale, struttura questa che regola il deflusso dell’ umor acqueo responsabile della pressione intraoculare.
  • Iridectomia : viene praticato un forellino nell’iride per ottenere una comunicazione in più tra camera anteriore e posteriore, necessario nei glaucomi acuti.
  • Gonioplastica : trattamento che mira ad appiattire l’iride alla sua base aprendo di conseguenza l’angolo irido corneale.
  • Iridoplastica e pupilloplastica:   mirano a modificare parzialmente la forma o la posizione dell'iride e della pupilla.

In genere il trattamento laser nel glaucoma si esegue ambulatorialmente e senza complicazioni importanti. Il dolore durante il trattamento è scarso o nullo.

terapia laser cataratta

La tecnica è semplice in quanto, dopo alcune gocce di anestetico in collirio, il paziente si appoggia alla mentoniera del laser, applicandogli una particolare lente a contatto sull’occhio necessaria per evidenziare la struttura da trattare.

Il tempo di esecuzione della tecnica è variabile ma in generale misurabile in alcuni minuti.

 

Terapia laser della cataratta secondaria

Si esegue quando si forma una opacità della capsula posteriore, residuo di un intervento per cataratta.
Il trattamento è ambulatoriale, praticamente indolore, con anestesia topica (collirio).
Questa tecnica è in grado di restituire la capacità visiva preesistente alla formazione delle opacità.

Tarapia laser della retina

Molte affezioni della retina, alcune anche molto gravi, trovano un notevole miglioramento e a volte la guarigione completa con la fotocoagulazione laser.
I due trattamenti più comuni sono due:

  • Cura di lacerazioni, fori e alcune degenerazioni della retina . Il paziente presenta spesso una sintomatologia caratterizzata dalla percezione di lampi o di corpuscoli scurifluttuanti nel proprio campo visivo. La terapia laser consiste in microustioni intorno alla lesione in modo che la successiva reazione cicatriziale “saldi” la retina alle strutture sottostanti evitando la possibilità di un futuro distacco.
  • Retinopatia diabetica .In tal caso la terapia fotocoagulativa mira a rallentare se non bloccare il progresso della malattia, che se non trattata può portare a completa cecità. Molte però sono le patologie che traggono beneficio da trattamenti fotocoagulativi, come i postumi di occlusione venosa corioretinopatia sierosa centrale, angiomatosi, degenerazione maculare legata all’età.


Il trattamento si effettua ambulatorialmente, con poche gocce di collirio si dilata la pupilla e si anestetizza l’ occio da trattare.
Durante la terapia il paziente avvertirà solo dei lampi abbaglianti dato che sensazioni dolorose sono rare.
Normalmente il trattamento dura 15-20 minuti e già il giorno dopo è possibile riprendere la propria attività.

Share by: